• GoinSardinia, migliaia di persone a terra: perchè non è intervenuta la Protezione Civile con navi trasporto militari?

    • 01/09/2014

    Dopo un’odissea di due giorni, sono tornati a casa imbufaliti i turisti lasciati a piedi e abbandonati a se stessi dalla GoinSardinia. A causa del mancato pagamento degli stipendi dell’equipaggio e dell’affitto della nave (noleggiata dalla compagnia costituita da 200 imprenditori galluresi), quest’ultima è stata fermata al porto di Livorno, generando un danno enorme non solo ai turisti ma all’immagine di tutta la Sardegna e alla sua già fragile economia. E mentre va in scena il consueto scambio d’accuse tra la GoinSardinia e l’armatore greco, le famiglie rimaste a terra sono state costrette a pagare un secondo biglietto di ritorno a prezzi esorbitanti con le altre compagnie di navigazione. Quale manovra c’è dietro alla speculazione che ormai rende la Sardegna un approdo tra i più cari del Mediterraneo? La situazione che si è creata con GoinSardinia dimostra una sciatteria Istituzionale senza pari. Si poteva affrontare l’emergenza facendo intervenire la Protezione Civile ed inviando navi da trasporto militari, evitando così il disagio a migliaia di cittadini italiani e di turisti stranieri, che ora non vorranno più mettere piede nell’Isola. Ma superata l’emergenza è necessario che si intervenga in modo strutturale sul problema trasporti, è necessario che si giunga alla costituzione di un fondo di garanzia sul trasporto passeggeri, amministrato dal Pubblico. Il Consap S.p.A., finanziato dagli operatori dei vettori marittimi, aerei e terrestri, sarebbe una soluzione più che idonea che non peserebbe sulle finanze pubbliche, ma garantirebbe un intervento certo ed immediato in casi di crisi come questa. Konsumer Italia propone anche che ogni biglietto staccato sia assicurato dal rischio di mancata erogazione del servizio, alla stregua dei vettori, i quali fanno ricadere sui clienti i casi di mancata partenza, malattia ed indisponibilità del passeggero, pur avendo stipulato apposite assicurazioni (a spese e ad insaputa del consumatore). Alle migliaia di persone rimaste a terra, Konsumer Italia consiglia di verificare l’eventuale presenza di coperture assicurative da poter utilizzare per il rimborso di biglietti acquistati con GoinSardinia, oltre a conservare nota di ogni spesa sostenuta a causa del mancato servizio del vettore. Prima di affrontare qualsiasi attività giudiziaria per il recupero delle somme, si dovranno comunque accertare le effettive responsabilità e la capienza economica della compagnia di navigazione. Gli uffici di Konsumer Italia sono a disposizione dei passeggeri per ogni attività di sostegno e di informazione.

     

    Andrea Scandura

    ufficio.stampa@konsumer.it

     

    Continua...