• Al via le domande al fondo per i mancati pagamenti

    • 03/04/2017

    Konsumer al fianco delle piccole imprese: al via le domande per il FONDO VITTIME PANCATI PAGAMENTI

    Da oggi 3 aprile è possibile inviare la domanda telematica per accedere al Fondo per il credito alle aziende vittime di mancati pagamenti”. Il Fondo sostiene, attraverso la concessione di finanziamenti agevolati, imprese in una situazione di potenziale crisi di liquidità a causa dei mancati pagamenti da parte di imprese debitrici.
    L’agevolazione consiste in un finanziamento agevolato di importo non superiore a euro 500.000 e non superiore alla somma dei crediti documentati e non pagati vantati dall’impresa beneficiaria nei confronti delle imprese debitrici alla data di presentazione della domanda, in ogni caso nei limiti massimali di importo previsti, a seconda del settore di appartenenza dell’impresa beneficiaria, dai Regolamenti “de minimis” n. 1407/2013, n.1408/2013 e n. 717/2014.
    La durata deve essere non inferiore a tre anni e non superiore a dieci anni, comprensivi di un periodo di preammortamento massimo di due anni.
    Possono beneficiare del Fondo le piccole e medie imprese (PMI) regolarmente iscritte nel registro delle imprese, in possesso di PEC e che risultino in una situazione di potenziale crisi di liquidità per i mancati pagamenti da parte di imprese debitrici imputate, in un procedimento penale in corso al 1° gennaio 2016, dei delitti di cui agli artt. 629 (estorsione), 640 (truffa), 641 (insolvenza fraudolenta) del codice penale e di cui all’art. 2621 del codice civile (false comunicazioni sociali).
    In particolare, si considerano in potenziale crisi di liquidità le PMI che presentano un rapporto non inferiore al venti per cento tra l’ammontare dei crediti non incassati nei confronti delle imprese debitrici imputate e il totale dei “Crediti verso clienti” di cui alla lettera C) II - 1) dell’articolo 2424 del codice civile.
    Le domande di accesso alle agevolazioni potranno essere presentate esclusivamente tramite procedura informatica, all’indirizzo https://agevolazionidgiai.invitalia.it - sezione “Accoglienza Istanze DGIAI”. La compilazione della domanda di finanziamento viene effettuata in modalità telematica tramite la piattaforma accessibile da “Accoglienza Istanze DGIAI”. 

    Avv. Raffaella Grisafi

    Continua...
  • Sovraindebitamento, il piano d’azione di Konsumer

    • 11/06/2015

    Il 9 giugno l’incontro in Regione Lazio per una strategia comune

    Continua...
  • 1 Milione e 300 mila famiglie sono sovraindebitate

    • 26/09/2014

    Quasi una famiglia su tre risulta aver contratto passività finanziare nell’ultima decade: se nel 2000 i nuclei sovraindebitati erano stimabili in circa 190 mila unità (0,9% del totale), nel 2012 se ne registrano 1 milione e 300 mila (pari al 5,4% del totale) e le proiezioni al 2013 segnalano un peggioramento fino ad un 5,6% di famiglie sovraindebitate. Sono solo alcuni dei dati allarmanti diffusi dalla Banca d’Italia e analizzati ieri presso il CNEL, nel corso del III Workshop promosso dall’Associazione Pro.Seguo: “Il sovraindebitamento: la Legge c’è ma non basta”. Sotto esame la Legge 3/2012, nata più di due anni fa per affrontare casi di usura, estorsione, e crisi da sovraindebitamento.

    Continua...