Rc Auto, la Conciliazione in un portale

Un portale dedicato alla Conciliazione Paritetica per i sinistri Rc Auto, rivolto al grande pubblico. Lo sta realizzando l’Ania, con la partecipazione di alcune associazioni dei consumatori rappresentative a livello nazionale, e dovrebbe essere completato entro ottobre/novembre 2015. Come ampiamente illustrato dal dott. Giacomo Carbonari, Responsabile Servizio Consumatori di ANIA, attraverso il portale ogni assicurato potrà inoltrare la propria richiesta di adesione alla procedura, designare l’associazione dei consumatori chiamata a rappresentarlo e conoscere, in tempo reale, lo stato del procedimento. Del progetto si è discusso durante una riunione che si è tenuta nei giorni scorsi presso l’Ivass (Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni), alla quale KONSUMER ITALIA (nelle persone del Presidente Fabrizio Premuti e del Capo Dipartimento Antonio Caricatoha partecipato in rappresentanza di ACU e MDC, e alla presenza anche dell’ANIA. L’obiettivo dell’iniziativa consiste nel rafforzare la conoscenza della Conciliazione Paritetica quale strumento per risolvere eventuali contestazioni nel caso di sinistri nella Rc Auto, promuovendone l’utilizzo presso l’utenza e rimuovendone le criticità che hanno sinora ostacolato una sua più ampia diffusione. Allo stesso tempo, si intende ampliarne i canali di accesso per fornire a tutti i soggetti coinvolti (non solo i consumatori, ma anche agenti e conciliatori) i supporti informativi necessari per un impiego costante ed efficace.

Ricordiamo che la procedura di conciliazione può essere richiesta esclusivamente in caso di controversie riguardanti sinistri Rc Auto con richiesta di risarcimento fino a 15mila euro, cioè oltre il 90% di quelli che si verificano in Italia. Il consumatore può ricorrervi dopo aver presentato una richiesta di risarcimento del danno e fornito all’impresa assicuratrice competente tutte le informazioni necessarie per il suo accertamento e la sua valutazione. La procedura si attiva quando i cittadini non ottengono risposta da un’impresa entro i termini previsti dalla legge, se quest’ultima rifiuta la sua richiesta di risarcimento oppure se è l’assicurato a respingere l’offerta d’indennizzo della compagnia. La conciliazione può essere avviata se il consumatore non ha già incaricato altri soggetti a rappresentarlo oppure, in caso d’incarico già conferito a terzi, l’ha ritirato prima di avviare la procedura di conciliazione. KONSUMER ITALIA sostiene e incentiva l’utilizzo della Conciliazione Paritetica come strumento per la risoluzione extragiudiziale delle controversie, e mette a disposizione i propri esperti per l’avvio della pratica: [email protected].

Nella seconda parte dell’incontro, l’IVASS ha fornito alle Associazioni aggiornamenti sulle azioni di vigilanza che sta portando avanti, in collaborazione con AGCM, con l’Autorità della Energia e con Banca d’Italia, sulla base dei risultati dell’indagine condotta sulle polizze abbinate a contratti non assicurativi, al settore delle Public Utilities e al settore bancario.

Alla richiesta di indicare nuove aree di indagine di particolare interesse per i consumatori, KONSUMER ITALIA ha specificatamente indirizzato l’attenzione di IVASS sulle polizze RC Auto offerte come gratuità all’acquisto di un nuovo autoveicolo, forte anche la richiesta di approfondimento avanzata da Federconsumatori sui Prodotti Vita.

Konsumer Italia, in collaborazione e partnership con My Opinion e grazie ai canali di diffusione di Rete D’Italia, ha voluto intervenire sul punto e chiedere direttamente a voi Italiani se rispetto agli acquisti di prodotti e servizi abbiate avuto contezza della copertura assicurativa che stavate pagando all’interno del costo del prodotto o servizio acquistato.