Quale olio porti in tavola?

Olio EVO di qualità: l’impegno di Konsumer Italia Da anni Konsumer Italia è impegnata nella promozione dell’Olio Extravergine di oliva (EVO) di qualità. Questo perché riteniamo che la tutela del consumatore non si possa limitare alla denuncia di raggiri o alla proposta di regolamenti e leggi. Fondamentale è anche la valorizzazione di quelle aziende che lavorano con una particolare attenzione verso...


Latte ed Olio - Quando il mercato uccide il lavoro

Sul latte di pecora, come sull’olivocoltura, urge l’intervento deciso del Governo  Assurdo che nel Paese delle eccellenze alimentari la produzione, ed il lavoro che la garantisce, debbano essere sviliti in nome di un mercato al ribasso fino ad arrivare a non far prezzo rispetto ai costi di produzione. La protesta dei Pastori Sardi si affianca a quella degli Olivocoltori e Frantoiani colpiti sia dalle ...


Obbligatoria l'etichetta che tutela il vero pane fresco

Entra in vigore da domani, 19 Dicembre 2018, il nuovo regolamento interministeriale che impone la nuova etichetta “pane conservato” per distinguerlo dal “pane fresco” prodotto nei forni artigianali.  Grazie al decreto del Ministero dello Sviluppo Economico 131 del 1° ottobre 2018, viene disciplinata la distinzione tra prodotti di panificazione freschi da quelli derivanti da prodotti congelati. Sa...


Palermo, una 3 giorni sull'alimentazione e sulla sicurezza degli alimenti

Konsumer vola a Palermo per partecipare al Convegno della Provincia Regionale sull’Agroalimentare "La promozione del cibo di qualità e l'educazione alimentare come fattori strategici di sviluppo socio-economico e culturale dei territori" il titolo completo dell'iniziativa. Il 29 e 30 giugno ed il 1° luglio a Palermo si sono riunte istituzioni, professori, imprenditori e professionisti del settore a...


OLIO EVO, L’ACCORDO FEDEROLIO E COLDIRETTI RISCHIA DI TRASFORMARSI IN UN INGANNO AI CONSUMATORI KONSUMER ITALIA SCRIVE AL MINISTRO CENTINAIO PER TUTELARE LA TRASPARENZA

Il patto tra Coldiretti e Federolio presentato questa mattina a Roma desta preoccupazione e scetticismo. Secondo Coldiretti, con questo accordo di filiera si andrebbe a difendere i produttori di olio evo italiani dagli attacchi delle multinazionali che sfruttano l’immagine tricolore con dei marchi che danno un’ingannevole parvenza di italianità alle produzioni straniere. In sostanza, tuttavia, la dicit...