ACEA Frosinone, Konsumer: Distacchi illegittimi a famiglie disagiate

Dopo aver denunciato l’illegittimità della riscossione delle fatture insolute del servizio idrico, affidata da Acea ad Equitalia nella Provincia di Roma, Konsumer Italia continua la battaglia contro Acea ATO5 che sul territorio ciociaro persevera nella sua azione aggressiva nei confronti degli utenti. Adesso è la volta di distacchi del servizio illegittimi.

Continuo ad apprendere con evidente disappunto incalza Giovanni Nardone, Coordinatore Provinciale di Konsumer Italia Frosinone ? dai quotidiani locali e dai nostri sportelli (Help Point presenti in 10 Comuni, n.d.r.) di innumerevoli segnalazioni per distacchi realizzati nei confronti dei cittadini. Non stiamo parlando di attività commerciali con fatturazioni insolute per migliaia di euro, ma, e questa è la cosa più grave, di allacci di famiglie molto spesso con gravi disagi sociali ed economici.

Konsumer aveva tentato inutilmente una mediazione con i vertici di Acea ATO5 di Frosinone (incontro del 10 novembre scorso, alla presenza del Presidente Ranieri Mamalchi e dell’Amministratore Delegato Ing. Paolo Saccani) in merito ai conguagli riconosciuti al gestore: 75 milioni e 180 mila euro dal 2006 al 2011, oltre alla differenza tariffaria dal 2012 al 2014. La Consulta Legale di Konsumer Frosinone spiega Nardone ha ribadito che, ad oggi, non esistono riferimenti normativi che permettano i distacchi. Perciò, abbiamo deciso di avviare un’azione di contrasto ancora più incisiva nei confronti di Acea ATO 5. Assieme all’azione di tipo giuridico, infatti, stiamo portando avanti una campagna informativa sui mass media e abbiamo in programma di coinvolgere tutte le associazioni del territorio, per realizzare incontri nei 91 Comuni della Provincia.

L’Associazione si rivolge ai cittadini che si servono del gestore: Nel caso in cui si presentino nelle vostre case dipendenti di Acea ATO5, o altri incaricati, con l’intenzione di interrompere il flusso idrico o di disattivare il relativo contatore che avete in nolo, fatevi mostrare il provvedimento emanato dall’Autorità Giudiziaria che abbia autorizzato una tale tipologia d’intervento. Contestualmente, segnalate subito l’accaduto ai Carabinieri e alle nostre sedi” ([email protected]; 3385231754).

Chiunque voglia mettersi in contatto con la struttura provinciale per segnalarci problematiche locali e/o vuole offrire collaborazione volontaria, organizzando volantinaggi con materiale che metteremo a disposizione, può farlo chiamando o scrivendo ai seguenti riferimenti: [email protected]; 3385231754.

Per la zona di Anagni Ferentino ci si potrà rivolgere all’HELP Point gestito dall’Avv. Stefano ZACCARI (Piazza Matteotti 9-Ferentino; email:  [email protected] 329.2253031);

per la zona di FROSINONE1-Ripi-Pofi, agli HELP Point gestiti dall’Avv. Laura ARAMINI a Frosinone (via Aldo Moro 196) e Ripi (via Serre 21); email: [email protected]  3358209540;

per la zona di Veroli, all’HELP Point gestito dall’Avv. Romina LIBURDI (Via Civerta n. 14, Veroli); email: [email protected]  3318386896;

per la zona di FROSINONE2-Ceprano all’ HELP Point gestito dall’Avv. Lorella GIANNICCHI: 3347794195-email: [email protected];

per la zona di FROSINONE3-Boville Ernica all’ HELP Point gestito dal Dott. Angelo SORDILLI (via Mastruccia n.3-Frosinone); email: [email protected]  3291113816;

per la zona di Arce e Rocca d’Arce e loro comprensorio ci si potrà rivolgere all’HELP Point gestito dall’Avv. Marta POLSELLI  (Via Stazione 15, Arce); email: [email protected]  333.6163189.